Tarin Gamberini

A software engineer and a passionate java programmer

Adozione di lettori PDF liberi nelle Amministrazioni Pubbliche Regionali

La campagna Software Libero per leggere PDF, lanciata dalla Free Software Foundation Europe (FSFE) nel 2009, ha oggi raggiunto notevoli risultati a livello istituzionale:

  • In Germania i partiti nazionali (de) hanno espresso dichiarazioni favorevoli ai lettori PDF liberi ed il Governo Tedesco ha raccomandato l'utilizzo del frammento di testo proposto dalla FSFE nella loro guida di migrazione (de). Il coordinatore della Germania della FSFE, Max Mehl, ne parla (en) più approfonditamente nel suo blog.

  • nella Unione Europea (UE): Il Parlamento Europeo ha esplicitamente chiesto (en) alla Commissione Europea quali fossero le ragioni per pubblicizzare un software specifico e quali fossero i passi da seguire per risolvere questo problema.

La campagna è basata su tre principi cardine della FSFE:

  • Neutralità: Le istituzioni pubbliche non dovrebbero impegnarsi nella pubblicità. Consigliando l'uso di un singolo programma non libero, le istituzioni pubbliche promuovono il modello del software proprietario. Ci sono moltissime alternative al software che promuovono, quindi non c'è alcun motivo per le istituzioni pubbliche di rafforzare ulteriormente la posizione dominante di una singola azienda su una parte del mercato del software. La pubblicità sui siti web degli enti pubblici può andare bene se viene contrassegnata e se si riceve un compenso per farla, e se questa non mette in pericolo la libera concorrenza e libera scelta nel mercato del software. Quando gli enti pubblici agiscono come canali di marketing per una singola azienda c'è qualcosa di sbagliato.
  • Libertà: Gli enti pubblici non dovrebbero chiedere ai cittadini di usare software non libero. Il Software Libero è software che chiunque può usare, studiare, condividere e migliorare. Queste quattro libertà danno agli utenti il pieno controllo del software che stanno utilizzando. Il Software Libero assicura che tu non debba acquistare il prodotto di un'azienda se non lo desideri solo per leggere un documento che qualcun'altro ti ha inviato, enti pubblici inclusi. Ogni programma può essere controllato per individuare problemi di sicurezza, così i problemi vengono spesso risolti rapidamente. Il Software Libero aiuta a proteggere la tua privacy, perché puoi essere sicuro che il programma che stai usando fa solo le cose che vuoi, e nulla di più. Un governo che esiste per proteggere la nostra libertà non dovrebbe chiederci di usare software non libero.
  • Standard Aperti: Le versioni del formato PDF che sono Standard Aperti possono essere implementate da tutti i lettori PDF. Se gli enti pubblici non aderiscono agli Standard Aperti quando generano i loro documenti, rendono difficile l'offerta del Software Libero e la competizione sul mercato da parte di diversi fornitori.

Oggi, a 6 anni di distanza, vorrei verificare quale sia lo stato di adozione dei lettori PDF liberi nelle Pubbliche Amministrazioni Italiane regionali.

Stato attuale

I dati raccolti sono puramente indicativi poiché banalmente estratti da google cercando la stringa adobe reader all'interno dei nomi di dominio delle varie Regioni:

Occorrenze della stringa adobe reader nei domini regionali (05/11/2015)
N. risultatiRegioneStringa di ricerca
2Molisesite:*regione.molise.it adobe reader
5Liguriasite:*regione.liguria.it adobe reader
8Umbriasite:*regione.umbria.it adobe reader
13Toscanasite:*regione.toscana.it adobe reader
16Valle d'Aostasite:*regione.vda.it adobe reader
19Marchesite:*regione.marche.it adobe reader
22Abruzzosite:*regione.abruzzo.it adobe reader
26Sardegnasite:*regione.sardegna.it adobe reader
30Calabriasite:*regione.calabria.it adobe reader
35Piemontesite:*regione.piemonte.it adobe reader
36Basilicatasite:*regione.basilicata.it adobe reader
37Pugliasite:*regione.puglia.it adobe reader
44Laziosite:*regione.lazio.it adobe reader
47Lombardiasite:*regione.lombardia.it adobe reader
49Venetosite:*regione.veneto.it adobe reader
60Campaniasite:*regione.campania.it adobe reader
62Siciliasite:*regione.sicilia.it adobe reader
86Friuli-Venezia Giuliasite:*regione.fvg.it adobe reader
89Emilia-Romagnasite:*regione.emilia-romagna.it adobe reader
771Trentino-Alto Adigesite:*regione.taa.it adobe reader
1444Totale

Un altro dato puramente indicativo è il confronto fra il numero dei risultati ricercando "adobe reader" OR "acrobat reader" OR "adobe acrobat reader" (in rosso nel grafico) e "lettore PDF libero" (in verde nel grafico), sempre sui domini regionali, per esempio come:

  • site:*regione.abruzzo.it "adobe reader" OR "acrobat reader" OR "adobe acrobat reader"
  • site:*regione.abruzzo.it "lettore PDF libero"

In futuro

In futuro le Regioni potrebbero maggiormente dimostrare il loro interesse alla neutralità, alla libertà ed agli standard aperti, se si impegnassero a:

  • affiancare all'attuale pubblicità di lettori PDF proprietari una equivalente per lettori PDF liberi, con un collegamento del tipo “Scarica un lettore PDF libero” e con i bottoni ed icone disponibili nella sezione grafica di pdfreaders.org
  • indicare nelle loro linee guida per la produzione di contenuti web, e per la progettazione di applicazioni informatiche, un opportuna sezione dedicata a come promuovere lettori PDF liberi, giustificando motivatamente l'eventuale indicazione a lettori PDF proprietari
  • prevedere nei corsi di formazione per chi produce contenuti per il web un opportuno momento dedicato a come promuovere lettori PDF liberi, giustificando motivatamente l'eventuale indicazione a lettori PDF proprietari

Invito

Le Regioni interessate, e le persone che vi lavorano, sono invitate a contattarmi (non divulgherò il vostro indirizzo e-mail a nessuno) comunicandomi eventuali progressi per esempio relativamente:

  • alla diminuzione delle occorrenze della stringa adobe reader (o stringhe di altri lettori PDF proprietari) sui propri siti web
  • all'indicazione di indirizzi web in cui siano pubblicate raccomandazioni, linee guida, etc …

allo scopo di pubblicare un aggiornamento a questo post.

Invia un commento

Un commento è inviato attraverso una normalissima e-mail. Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato o diffuso.

Questo blog è moderato, per cui alcuni commenti potrebbero non essere pubblicati. I commenti sono solitamente approvati dal moderatore in uno/tre giorni.